FANDOM


Un infiltrato al rifugio

Spiko si presentò in modo amichevole, mostrando entusiasmo ed interesse verso il rifugio. Entrando in un momento in cui i piani di Faitho non erano ancora stati scoperti, non suscitò il sospetto dei residenti. La votazione che lo riguardava ebbe esito positivo, e dunque iniziò a costruire la propria casa all'interno.

Intanto, gli alleati dissero a Jennifer di non fidarsi. Non avendo prove, però, i residenti rimasero ad osservare. Quando ci si rese conto che Faitho aveva ottenuto le coordinate, fu immediatamente chiaro che Spiko c'entrava qualcosa. Venne quindi cacciato e accusato di tradimento. Pur dichiarandosi innocente, Spiko accettò di andar via.

Spiko

Primo incontro con Spiko.

La situazione si evolve

Man mano che i rapporti con Skyrock divennero più stretti, Jennifer riuscì ad ottenere qualche informazione in più sull'accaduto.

Spiko non si ripresentò al rifugio, ma chiese in seguito di poter essere ascoltato. Si scoprì così che la vera spia era Jak, che usandolo aveva rubato il libro di Dia per portarlo a Faitho. Spiko, pur essendo inconsapevole, aveva fatto da ponte per l'ingresso di un nemico nel rifugio. Per riparare al suo errore si mise a disposizione come difensore in caso di attacco.

Anche Jak venne sentito. Le sue intenzioni non erano cattive, e aveva agito in seguito agli ordini del suo imperatore. Impegnandosi a non rivelare le coordinate ad altri, divenne anche lui un alleato.