FANDOM


Seconda era

Nuumenya

Mentre il rifugio cresceva, numerosi abitanti di Nuumenya vennero in aiuto dei residenti. In particolare, la città di Atlantide fornì un appoggio fondamentale. Il sindaco Mad ordinò la creazione di una galleria che collegasse la sua città con il rifugio. Essa, ideata per trasportare animali, fu utile per il transito dei cittadini atlantidei che portarono doni e cibo.
Alleati

Gli alleati stringono amicizia con Carlo, golem locandiere

Determinante fu anche l'aiuto di Aeglir, attraverso il guerriero One e l'abile Copy, impareggiabile con la sua canna da pesca. One riuscì a sconfiggere il campione di Skyrock, tenendo alto l'onore del rifugio e permettendo la restituzione della testa.

Poco dopo, però, il colonnello di Aeglir venne inviato (presumibilmente dall'imperatore Tione) a minacciare il rifugio più volte. Non si sa quali siano i motivi che spinsero Nuumenya a dare questa importanza al rifugio, ma la cosa fu accolta da tutti con delusione e stupore. Aeglir, che era stata sempre lodata da tutti, si rivelò molto diversa dalle aspettative. Mad e Copy si ritirarono, ed il guerriero One non poteva combattere contro i suoi superiori. Il rifugio rimase così, all'improvviso, privo di alleati.

Il voltafaccia di Nuumenya rimase per sempre nella memoria dei residenti, che impararono a non fidarsi della gente di Aeglir.

Telamis

Quando i rapporti fra il rifugio e Telamis iniziarono a diventare migliori, molti dei loro cittadini contribuirono con doni e appoggio difensivo al benessere dei residenti. Fu anche grazie a ciò che venne scelta proprio Skyrock per domandare asilo.

Le spie Spiko e Jak si rivelarono alla fine interessate al mantenimento di buoni rapporti.

Eremiti

Diversi furono anche gli eremiti che diedero il loro contributo. Zardonio, ad esempio, fondò una locanda e costruì all'interno del rifugio una sua succursale, lasciando di tanto in tanto del cibo per i residenti. Anche il famoso Borgo visitò il rifugio e donò molti beni senza chiedere nulla in cambio.


Terza era

Vedremo...